Attività come Club di Cagliari:“Obiettivo 14 dell’Agenda 2030. GLI OCEANI NELL’ERA DELLA PLASTICA”.

Il 22 gennaio 2020 alle 18,30 i soci del Club di Cagliari”Sosteniamo gli obiettivi dell’Unesco” e i soci ANISN (Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali) hanno partecipato alla conferenza in calendario sul tema :

Obiettivo 14 dell’Agenda 2030. GLI OCEANI NELL’ERA DELLA PLASTICA”.

La presidente dell’ANISN ha introdotto gli ospiti da lei contattati per questa collaborazione : due docenti del Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente dell’Università di Cagliari : Alessandro Cau e Antonio Pusceddu.

Alessandro Cau è un giovanissimo ricercatore, docente di laboratorio di Ecologia e Biologia marina e di recente chiamato idoneo al ruolo di professore associato. A lui il compito di avviare la serata: ha illustrato il tema della conferenza con un linguaggio chiaro, con immagini eloquenti e argomentazioni i molto interessanti. Ha riportato i risultati delle sue esperienze sviluppate in progetti internazionali in Antartide, illustrando in modo rigoroso e convincente i rischi che si profilano in futuro con l’uso indiscriminato della plastica. In chiusura il Prof Antonio Pusceddu, prof. ordinario di Ecologia, maestro e collaboratore di A. Cau, ha concluso il tema della conferenza con argomentazioni approfondite e dati statistici sulla gestione delle risorse del mare (obiettivo 14), con note di forte preoccupazione per la situazione futura del pianeta azzurro.

La serata è stata di piena soddisfazione per tutti i numerosi presenti .

A cura di Elisabetta Piro, presidente ANISN sez. Sardegna e socia Club di Cagliari.

 

 


Breve report di Carmen Campus con CV dei conferenzieri

La prima attività, dopo le nuove elezioni 2020 ed il nuovo direttivo per il prossimo biennio, è la conferenza sull’obiettivo 14 dell’Agenda 2030 “ Gli oceani nell’era della plastica”.

Il club  ha organizzato  la conferenza in collaborazione con l’ANISN (Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali) ed e’ stata tenuta dal dott. Alessandro Cau.

 “Gli oceani nell’era della plastica”.

L’argomento, di grande interesse per i soci del club, è oggetto della loro attenzione nella quotidianità con la pratica di diverse azioni, che si cerca di diffondere sempre più nel nostro vivere “ogni giorno”, influenzando soprattutto i giovani, sia nelle scuole, che dovunque anche con piccole azioni (ad es. evitando l’uso degli utensili e degli abiti sintetici, facendo la raccolta differenziata, etc.). ha illustrato delle ricerche fatte con un articolo sulla presenza di microplastiche nello stomaco di scampi e gamberi viola.

Si è parlato, anche con l’intervento del prof. Pusceddu, dell’inquinamento dalla plastica nella vita delle acque dei mari e degli oceani, con la preoccupazione di ciò che ormai è sempre più diffuso anche in Antartide.

È necessario che i Target del Goal 14 siano di prossimo conseguimento. Urge che le risorse umane e materiali impegnate siano potenziate con azioni adeguate e commisurate all’interesse ambientale, economico e sociale per tutto l’ambiente, ma soprattutto per quello marino del nostro Paese.

Il giovane dott. Alessandro Cau, ricercatore presso il Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente dell’Università di Cagliari, collabora col prof. Pusceddu, di UNICA. Tra le molteplici attività, ha partecipato alla XXXII Missione Italiana in Antartide (Progetto BEDROSE;2016/A3.02) sugli effetti del cambiamento climatico sulle catene trofiche Antartiche, conseguendo interessanti studi.

Antonio Pusceddu, e’ prof. ordinario di Ecologia presso l’Università di Cagliari, è stato professore Associato di Ecologia presso l’Università Politecnica delle Marche, ricercatore in Ecologia (Università Politecnica delle Marche, Dottore di Ricerca in Scienze Ambientali Marine. Membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Ecologia(2015-2018).

Vicepresidente dell’Associazione Italiana di Oceanografia e Limnologia (2012-2015), Vice-coordinatore del Master Online di Primo Livello in Biologia Marina, erogato dall’Università Politecnica delle Marche. Delegato AIOL presso la Federazione europea delle società di scienze e tecnologie marine (EFMS, 2006-2007), membro del comitato tecnico del progetto EcoGovernance, finanziato dalla Comunità europea nell’ambito del programma IPA-Adriatico (2006), Premio della Facoltà di Scienze dell’Università di Ancona per il contributo originale alla conoscenza dei processi di accumulo e diagenesi di materia organica nei sedimenti di acque profonde in relazione ai cambiamenti climatici (Trends in Ecology and Evolution 2001, 16: 511-516), Tutor del “Piano Ambiente Marino” nominato dal Comitato tecnico per le aree depresse del Ministero dell’Università e della ricerca scientifica e tecnologica d’Italia (2000-2005).

Attualmente, il prof. Pusceddu coordina il progetto “Impact of Invasive Alien Species on Sardinian ecosystems” finanziato dalla Fondazione di Sardegna e dalla Regione Sardegna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *